Vai alla pagina su Tutto Dinamo

«Verso i playoff ma senza pressioni»

Devecchi, capitano della Dinamo: «La griglia lascia il tempo che trova, l’importante è fare bene gara dopo gara»

SASSARI. «Faremo di tutto per conquistare la migliore posizione possibile per i playoff, ma dobbiamo restare concentrati sul nostro lavoro: la storia ha dimostrato che la griglia e il piazzamento contano meno delle motivazioni». A lezione di serenità da Jack Devecchi, che lancia sguardi d’intesa con il presidente Stefano Sardara. Ieri mattina il capitano e il presidente della Dinamo si sono trovati fianco a fianco alla presentazione dell’iniziativa societaria Benvenuti in Sardegna e l’occasione è stata propizia per parlare di questo finale di stagione.

Gli errori e la risalita. «Oggi siamo nella posizione e nelle condizioni che ipotizzavamo l’estate scorsa – ha sottolineato Sardara –. Abbiamo fatto una preseason di altissimo livello, poi ci siamo ritrovati con diversi problemi. Gli errori e il mercato? Diciamo che nel caso di Johnson Odom lui era il giocatore che ci attendevamo ma a livello caratteriale non rispondeva alle nostre aspettative, così anche Olaseni. In aggiunta, nel periodo tra ottobre e novembre tutto quello che poteva andare male ci è andato male. Oggi stiamo qui a parlare di una squadra che vince tante partite all’ultimo minuto ma questo l’abbiamo imparato sulla nostra pelle, con le pessime esperienze dello scorso autunno». Oggi la situazione è decisamente diversa. «Non pensavamo che saremmo riusciti ad andare così in fondo sia in Champions League che alle Final Eight. E soprattutto in coppa Italia ce la siamo giocata sino alla fine, sino agli ultimissimi possessi della finale con Milano. La differenza l’hanno fatta i giocatori che hanno fame e che ci mettono l’anima, e noi per fortuna abbiamo un gruppo che dà sempre tutto. Per questo puntiamo a confermare certe pedine, evitando le solite rischiose rivoluzioni, che purtroppo a volte sono inevitabili».

Verso i playoff. «Siamo in una buona posizione di classifica – ha detto Jack Devecchi. Abbiamo i playoff praticamente in tasca per il settimo anno consecutivo e questo significa che stiamo lavorando bene con continuità. Siamo anche presenti con regolarità alle Final Eitght, insomma siamo sul pezzo. La griglia dei playoff secondo me lascia il tempo che trova: due anni fa siamo entrati come quinti e poi quella cavalcata straordinaria ci ha portati sino allo

scudetto; l’anno in cui siamo arrivati secondi poi siamo usciti al primo turno. Diciamo che cercheremo di fare il meglio possibile e di prenderci il fattore campo nel primo turno, ma non è un fattore che per forza influenzerà il nostro cammino. Dobbiamo continuare a ragionare gara dopo gara».

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

SPEDIZIONI FREE

Stampare un libro, ecco come risparmiare