VALLEDORIA

Gli antichi attrezzi dei contadini

Si è aperta in piazza l’esposizione permanente dei reperti agricoli

    VALLEDORIA. Strumenti, macchinari e attrezzi che ricordano l’antico modo di lavorare dei contadini.

    È stata inaugurata recentemente nella piazza antistante la chiesetta campestre di San Giuseppe l'esposizione permanente dei reperti agricoli denominata: “Reperti agricoli della magnifica terra della valle del Coghinas”. La mostra naturalmente si trova attualmente in fase di allestimento con i pezzi che di volta in volta sono recuperati dagli agricoltori che in qualche punto del loro terreno hanno abbandonato un pezzo (ora corroso dalla ruggine) agricolo che riporta indietro nel tempo l’immagine suggestiva quando lavorare la terra era una impresa ardua e faticosa molto più di ora. Infatti, nel piccolo museo di reperti agricoli permanente si possono visionare  aratri che venivano trainati dai buoi e che affondavano nel duro terreno con la forza delle braccia della disperazione per portare a casa un pezzo di pane per la famiglia. l'intraprendenza e la lungimiranza dei nostri avi agricoltori lo testimonia  il recupero di una vecchia seminatrice di barbabietole, che fa storia nel nostro territorio evidenziando che nella nostra valle oltre che la canna da zucchero, il mais, il tabacco, il carciofo, venivano prodotte anche le barbabietole per produrre lo zucchero. Infatti proprio a Valledoria vi era una succursale della grande ditta italiana di zucchero “Eridania”.

    Inoltre, nella piazzetta antistante la chiesa sarà possibile ammirare la trebbia del 1920 messa a lucido dal restauratore Gianni Migliori.

    Giulio Favini

    01 agosto 2012

    Altri contenuti di Cronaca

    Annunci

    • Vendita
    • Affitto
    • Casa Vacanza
    • Regione
    • Provincia
    • Auto
    • Moto
    • Modello
    • Regione
    • Regione
    • Area funzionale
    • Scegli una regione

    Necrologie

    ilmiolibro

    Scarica e leggi gli ebook gratis e crea il tuo.

     PUBBLICITÀ