Vai alla pagina su Tutto Dinamo

Pasquini dà voti alti «Bravi a difendere con la zona adattata»

Il coach biancoblù fa i complimenti al suo gruppo «Avere concesso soltanto 60 punti è un capolavoro»

TRENTO. «Il nostro capolavoro è stato tenere Trento sotto i 60 punti. Loro ultimamente ne stavano segnando 90 a partita e avevo chiesto alla squadra di fare uno sforzo per tenerli sotto gli 80. Direi che i miei ragazzi si sono superati». Federico Pasquini è estremamente soddisfatto. «Una difesa come quella che abbiamo messo in campo – dice a fine gara il coach del Banco di Sardegna – è possibile solo se hai dalla tua parte grande qualità, grande cuore e presenza in campo. Eravamo preparati ad andare a difendere con la zona nel caso in cui loro avessero giocato con i due lunghi contemporaneamente in campo, e in certi frangenti con Sutton e Gomes insieme abbiamo fatto fatica. Siamo stati bravi a difendere con la zona adattata contro le caratteristiche individuali dei giocatori di Trento, siamo riusciti a mandarli fuori ritmo e abbiamo tolto loro il contropiede, che è un’arma importante. Da tutto questo viene fuori il risultato finale e soprattutto un secondo tempo in cui Trento ha tirato con 3/18 da tre e ha segnato appena 24 punti in 20’».

L’assenza di Lacey ha costretto il coach a cambiare un po’ le carte in tavola. «Gli infortuni importanti ti mettono nelle condizioni di tirare fuori qualcosa di più. Mi serviva più “playmaking” e per evitare che Bell e

Stipcevic spendessero troppe energie con la loro difesa ho puntato su D’Ercole, che ha più queste caratteristiche rispetto a Devecchi. Lydeka? È stato clamoroso, è uscito per falli ma è stato bravo a stare mentalmente dentro la partita e nella nostra difesa è stato fondamentale». (a.si.)

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NOVITA' PER GLI SCRITTORI

Stampare un libro ecco come risparmiare