l’iniziativa

Una messa in suffragio delle “vittime” del ponte

SASSARI. Una messa in suffragio delle tante persone che, negli anni, si sono tolte la vita lanciandosi dal Ponte Rosello. La singolare iniziativa è di un gruppo spontaneo che, nell’anonimato, ha...

SASSARI. Una messa in suffragio delle tante persone che, negli anni, si sono tolte la vita lanciandosi dal Ponte Rosello. La singolare iniziativa è di un gruppo spontaneo che, nell’anonimato, ha deciso di dedicare una funzione religiosa per ricordare nella preghiera le tante tragedie. La celebrazione è stata fissata per martedì alle 19, nella chiesa di Sant’Antonio abate. La messa sarà presieduta da padre Salvatore Morittu e dopo la cerimonia si formerà un corteo silenzioso che arriverà fino a Ponte Rosello dove sarà depositata una corona di fiori in memoria di tutti coloro che, con gesto estremo, dalle ringhiere di quel ponte hanno deciso di lanciarsi nel vuoto. L’iniziativa ha avuto, da subito, il parere favorevole dell’arciconfraternita dei Servi di Maria che in quella chiesa è proprietaria della cappella dedicata alla Madonna addolorata. «Con questo gesto – spiegano i promotori in uno stringatissimo comunicato – si vuole sensibilizzare nella preghiera tutta la comunità cittadina così duramente colpita da quest’ultimo fatto che ha destato nell’opinione pubblica grande emozione e partecipato dibattito». Naturalmente gli organizzatori invitano «quanti vogliano riunirsi a pregare per quei defunti affinché queste tragedie non abbiano

a ripetersi». «Con la speranza che non manchino i familiari di coloro che non ci sono più – conclude la nota – l’iniziativa vuole essere inoltre un gesto di solidarietà nei confronti delle persone che si sono adoperate, purtroppo inutilmente, per evitare l’ultima tragedia». (a.me.)

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

SPEDIZIONI FREE

Stampare un libro, ecco come risparmiare