Sassari, un super evento live per riportare in vita il circolo Silvio Pellico

La serata è in programma giovedì 23 nell’auditorium Sul palco cantanti e comici, presenta il giornalista Luca Telese

SASSARI. L’intento è quello di rivitalizzare il circolo culturale Silvio Pellico e per farlo hanno riunito un folto gruppo di artisti pronti a esibirsi sul palco dell’Auditorium per sostenere un progetto in cui credono fortemente. Sotto la direzione artistica di Antonello Fresu e Stefania Faggiani, giovedì 23 febbraio, alle 21, il sipario del comunale si aprirà sulla seconda edizione di “Artisti uniti per la Sardegna”.

Il programma dello spettacolo, patrocinato dal Comune e dalla Curia, è stato presentato ieri alla stampa, nella sala Isgrò dell’Episcopio, da monsignor Giancarlo Zichi, responsabile dell’Ufficio beni culturali della diocesi, affiancato dall’artista Elio Pulli e da Giampaolo Galleri storico coach dell’omonima e gloriosa squadra di volley nonché memoria storica di una realtà che ha contribuito a scrivere pagine di storia cittadina.

Naturalmente, c’erano anche gli organizzatori, Antonello Fresu e Stefania Faggiani, che hanno allestito il ricco programma della serata e messo in moto una macchina organizzativa straordinaria.

Cosa sia stato il circolo Silvio Pellico, lo ha accennato Giancarlo Zichi durante la presentazione. Si tratta di una delle prime realtà dell’associazionismo cattolico, fondato nel 1908 dall’allora vescovo, il vincenziano Emilio Parodi, nel tempo ha formato giovani promettenti che, negli anni a venire, avrebbero fatto parlare molto di sé. Due nomi per tutti, quelli degli ex presidenti della Repubblica Antonio Segni e Francesco Cossiga e con loro tanti altri ragazzi entrati poi a far parte di quella intellighenzia che ha scritto la storia di Sassari negli ultimi cento anni. Non è un caso il fatto che tra loro venga menzionato l’artista Remo Branca, incisore, scrittore e giornalista che come direttore del settimanale Libertà, durante il ventennio fascista, si scagliò contro le tante storture della dittatura, tanto da finire “esiliato” nell’Iglesiente. Per non dire dell’opera infaticabile di padre Giovanni Battista Manzella che del Circolo “Silvio Pellico”, in anni più recenti, fu animatore e organizzatore. Rappresentazioni teatrali, spettacoli musicali e dibattiti hanno scandito, nel tempo, l’attività di questo circolo divenuto ben presto fucina di cultura e palestra di vita.

Poi il crepuscolo: «Negli anni Settanta – ha spiegato Giancarlo Zichi – in concomitanza con la crisi dell’associazionismo registrata su tutti i fronti, comincia il lento declino».

Ora il Circolo ha bisogno di rifarsi il trucco, da qui l’idea di Antonello Fresu e Stefania Faggiani – sostenuta anche dall’arcivescovo padre Paolo Atzei – per promuovere una serata e devolvere l’incasso a favore del “Silvio Pellico”. Ma questa sarà solo la prima di tante iniziative messe in campo per riportare il sodalizio agli antichi fasti. A presentare la serata, con un parterre ricco di ospiti, penseranno i giornalisti Luca Telese e Virginia Saba mentre la madrina sarà la bellissima ex miss Sardegna Francesca Rossi. Uno squadrone di artisti e cantanti si alternerà sul palco del Comunale, impossibile citarli tutti: dai Bertas ai Collage, da Marco Ligabue a Marta Pedoni, dagli Amici del canto sardo ai comici

Marco Piccu e Nicola Cancedda. Ancora, le modelle di Venus dea e la partecipazione straordinaria del regista Cesare Furesi, di Gian Daniele Calbini e Desolina, “Quelli di Aspirina” e i giocatori della Silvio Pellico. Prevendite biglietti, “Le ragazze terribili” – via Tempio 65 – 079.2822015.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

LA PROMOZIONE

Pubblicare un libro gratis