«Con la nuova legge urbanistica due miliardi di investimenti in Sardegna»

L’assessore regionale Erriu a un’assemblea di ingegneri, architetti e geometri: «Tenere in piedi alberghi obsoleti non fa il bene nemmeno dell’ambiente»

SASSARI. Nessuna colata di cemento sulle coste, nessun ampliamento di ville o nuove lottizzazioni, ma 250 tra alberghi, ostelli, residence e campeggi dentro e fuori i centri urbani che potranno adeguarsi agli standard internazionali di accoglienza. E investimenti privati per oltre 2 miliardi che si potrebbero sbloccare, fuori dai 300 metri di inedificabilità assoluta ma comunque dentro la fascia costiera, per il solo fatto di avere regole chiare e semplificate, anche se in certi casi più stringenti.

La comunicazione. Alza di un paio di tacche il volume della comunicazione l’assessore regionale all’Urbanistica Cristiano Erriu, per contrastare le voci di dissenso crescenti sul nuovo Ddl di “governo del territorio” che si prepara a essere esaminato dal consiglio regionale. Dissenso “ambientalista”, con il Wwf che ha già sparato a zero contestando l’idea che cemento ed ecosostenibilità possano stare nella stessa frase se si parla delle coste dell’Isola. Ma anche di segno opposto, con

il centrodestra che parla di finta riforma e di un semplice cambio d’abito per il ppr Soru.

Articolo completo e altri servizi nel giornale in edicola e nella sua versione digitale

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

TORNA IL CONCORSO PIU' POPOLARE DEL WEB

Premio letterario ilmioesordio, invia il tuo libro