Bevono 86mila euro di champagne al Billionaire e vanno via senza pagare

Nella discoteca di Flavio Briatore, a Porto Cervo, la carta bollata prende

il posto di bollicine e paillettes. L’amministratore ha presentato denuncia per un conto non pagato da 86 mila euro. Autori della beffa un gruppo di russi - FOTO
PORTO CERVO. Dalla festa alla caserma. Al Billionaire la carta bollata prende il posto di bollicine e paillettes. L'amministratore della società ha presentato denuncia al maresciallo dei carabinieri per un conto non pagato da 86 mila euro. Una beffa per il locale di Flavio Briatore adagiato sulla collina di Pantogia. Una delle discoteche più note e anche più esclusive della Costa Smeralda in cui i conti a molti zeri sono un quotidiano esercizio.

Tutto comincia con una telefonata, una delle tante che arrivano nel locale. Come ogni sera in tanti chiedono di avere un posto riservato nella discoteca. Il prezzo non spaventa magnati e nababbi che galleggiano su yacht da 80 metri. Il telefono è rovente. Tra le tante chiamate c'è anche il comandante di uno yacht in rada a Porto Cervo. Prenota un tavolo nella esclusiva discoteca di Briatore. La notte si presenta un gruppo di russi, il tavolo è per loro. Hanno voglia di festeggiare e di certo non badano ai prezzi delle bevande. Ordinano disinvolti e munifici. Alla fine il conto è da ebbrezza. 92 bottiglie di champagne Cristal, una di matusalem, che contiene 6 litri di bollicine e alcol, e una di whisky. Totale del conto 86 mila euro. La comitiva non versa un euro. Chiede che il conto venga recapitato in barca al comandante. Il personale prende nota.

Non c'è nulla di strano, tra le tante scelte dei ricchi clienti del locale c'è anche chi vuole che la fattura da pagare venga portata nel panfilo in un secondo momento. In questo caso lo yacht a cui bussare è un charter. Un'imbarcazione noleggiata. La comitiva va via dal locale a fine serata. Il giorno dopo la ricevuta viene portata alla barca.

Con pazienza i proprietari della discoteca attendono che il debito venga saldato. Ma dopo alcuni giorni e qualche cortese sollecito il bonifico non si materializza. La pazienza finisce e il Billionaire decide di rivolgersi a un legale. L'amministratore
consegna la denuncia nelle mani del comandante della caserma dei carabinieri di Porto Cervo, il maresciallo Giulio Brandano. Ma ora diventa complicato capire chi deve pagare il conto. Se la comitiva che ha ordinato 86mila euro di champagne, o il comandante che ha prenotato il tavolo.

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NUOVE OPPORTUNITA' PER CHI AMA SCRIVERE

Servizi, una redazione a disposizione dell'autore