Donne: "Se non ora quando?", tutte in piazza contro il Rubygate - LA MAPPA

Prendono le distanze dall’immagine avvilente che sta venendo fuori della donna. Difendono una dignità calpestata dagli scandali, dal sesso a pagamento, dalla voglia sfrenata di carriera, di soldi e vita facile. Le donne scenderanno

in piazza domenica in 117 piazze italiane, tra cui 12 sarde. - MAPPA
Altrettanti appuntamenti e un unico slogan: «Se non ora quando?». Perché è ora, dicono gli organizzatori, che è stato raggiunto il limite, che il vaso è colmo: «L’impegno quotidiano di donne che lavorano dentro e fuori casa, studiano, si sacrificano e nonostante questo faticano a trovare un lavoro, è mortificato dalla rappresentazione delle donne come nudo oggetto di scambio sessuale».

LEGGI Bianca Pitzorno: "Care ragazze usa e getta" | Gli interventi delle donne | Le donne italiane sono socialmente deboli

La protesta nasce dopo il Rubygate, e inevitabilmente avrà anche una connotazione politica. Nelle piazze si attende una folla prevalentemente al femminile, ma l’invito è rivolto anche agli uomini, chiamati «a dimostrare amicizia alle donne». Ad alcune di loro, impegnate in politica, nell’imprenditoria e nello sport, abbiamo chiesto che cosa pensano della manifestazione e se parteciperanno.


I VOSTRI INTERVENTI
Perché domenica vai in piazza? Che cosa pensi della manifestazione promossa da Repubblica?

TrovaRistorante

a Sassari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

TORNA IL CONCORSO PIU' POPOLARE DEL WEB

Premio letterario ilmioesordio, invia il tuo libro