BOSA

Accoglienza speciale, vincono tutti i ragazzi

Successo del concorso con gli studenti diversamente abili. Vittoria all’Ipsar di Sassari

BOSA. A vincere il concorso “Un’accoglienza speciale”, promosso dall’Istituto di istruzione superiore Pischedda lo scorso fine settimana nella città del Temo, sono gli allievi Siria Puledda e Yuri Delias della quarta B indirizzo turistico dell’Ipsar di Sassari, ognuno dei quali porta a casa un quadro che raffigura uno degli scenari storici della città fluviale. Ma la prova certamente superata, quella più difficile e che apre si spera le porte a nuove edizioni, è stato il pieno coinvolgimento dei ragazzi diversamente abili, uno per ogni squadra costituita da due allievi, che hanno animato le prove al computer e quelle alla reception dei dodici studenti in gara, in arrivo anche da Iglesias e Oristano oltre che da Bosa e Sassari. «È andata benissimo. Obiettivo raggiunto, siamo tutti soddisfatti. Soprattutto perché questi ragazzi per noi speciali sono riusciti a mettersi in gioco: hanno sostenuto tutte le prove, hanno socializzato, partecipato al tour di sabato a Bosa vivendo un’esperienza positiva, sempre sostenuti dai loro compagni» spiega l’insegnante Nicoletta Raineri, che insieme al collega Andrè Manca ha promosso l’iniziativa con il pieno appoggio dalla dirigente Rosella Uda e dell’intero istituto scolastico. «Quella della giuria è stata una scelta non poco difficile. Tutti i ragazzi hanno sostenuto ottime prove di Italiano, Inglese Spagnolo e Francese per quanto riguarda le lingue straniere, e pratiche alla reception», spiega ancora Nicoletta Raineri. Ma l’iniziativa promossa a Bosa segna anche il forte raccordo tra la scuola e diverse aziende dell’isola e del territorio, considerando che oltre all’impegno di docenti, ragazzi e personale del Pischedda nell’accoglienza agli ospiti, hanno contribuito fattivamente alla realizzazione del progetto Farmaexpress, Cooperativa Sirone di Suni, Cisl Scuola Sardegna, Irsef Sassari, Ass.ne Luisa Monti Onlus, Pasticceria Chelo, i ristoranti All’Angelo e Borgo Sant’Ignazio, Due Ci Costruzioni, Roberto Addis, Panificio Dettori, Fratelli Sias. Sabato la visita ai musei, alla cattedrale e al castello, ha chiuso in bellezza e armonia una

due giorni dove gli allievi si sono certo confrontati su didattica e lingue, ma soprattutto hanno socializzato, annullando le differenze ed esaltando spirito di amicizia e gruppo, che si traduce in una non scontata piena integrazione con i compagni diversamente abili.

Alessandro Farina

TrovaRistorante

a Oristano Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NUOVE OPPORTUNITA' PER CHI AMA SCRIVERE

Servizi, una redazione a disposizione dell'autore