A Londra per studiare con le indennità degli amministratori

Aggius, borse di studio pagate con i compensi del Consiglio Tre giovani si formeranno per due mesi in un college

AGGIUS. Sono volati a Londra per una borsa di studio pagata con le indennità degli amministratori comunali. Tre giovani aggesi potranno studiare per due mesi in un college, grazie a questa insolita e lodevole iniziativa. Da diversi mandati, sindaci, assessori, consiglieri di maggioranza, e da poco tempo, anche quelli di minoranza, rinunciano al compenso per l’esercizio della loro funzione, destinando l’intero ammontare ad attività di vario genere. Quest’anno, per la prima volta, si è optato per le borse di studio all’estero. Il progetto è stato curato dal delegato alle politiche giovanili, Andrea Mantinesu, che ha voluto convogliare sui giovani del paese le indennità accumulate dall’intero consiglio comunale a partire dal dicembre dell’anno scorso. È nato così il progetto “See you soon-Arrivederci” borse di studio per la mobilità all’estero. Uno progetto dedicato ai giovani dai 18 ai 30 anni, teso a privilegiare coloro che non hanno goduto in loco dell’opportunità di una qualche occupazione qualificata. Dopo aver partecipato al bando del Comune e alla successiva selezione, tre giovani – Luca Mantinesu, Giovanni Asara e Donatella Peru – hanno preso l’aereo da Olbia e sono volati a Londra. Per due mesi frequenteranno un college per acquisire la certificazione europea di conoscenza della lingua inglese, con la possibilità di fare dei tirocini in enti o aziende convenzionati con l’agenzia specializzata che sta curando tale attività. I tre giovani vivranno il periodo londinese ospiti di famiglie locali in modo da poter arricchire il loro bagaglio di esperienze, confrontandosi con culture e realtà diverse da quelle d’origine. Ma l’amministrazione guidata da Nicola Muzzu ha investito nei giovani anche con altri progetti. «Nell’ottica di rinivigorire le politiche giovanili – spiega l’assessora Mara Sanna – sono partiti i due progetti di servizio civile nazionale che vedono coinvolti sette giovani nella Biblioteca comunale

e nel centro museale Meoc. Maria Peru, Giulia Brunetto, Roberto Murgia, Silvia Cuccu, Maria Vannini Simona Uscidda e Simone Spano, per un anno, saranno impegnati a fare esperienza nel mondo del lavoro, fornendo il loro contributo al miglioramento della qualità della vita della comunità locale.

TrovaRistorante

a Olbia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NUOVE OPPORTUNITA' PER CHI AMA SCRIVERE

Servizi, una redazione a disposizione dell'autore