Raid vandalico negli uffici del municipio di Oliena

I dipendenti comunali hanno trovato i locali a soqquadro. Sull'episodio stanno indagando i carabinieri

OLIENA. Raid vandalico nella notte nel municipio a Oliena dove è stato forzato il portone di ingresso e messo a soqquadro gli uffici. Sono state scardinate porte, danneggiati computer e suppellettili. La scoperta del raid questa mattina, alle 7.30, da parte dei dipendenti che hanno dato l'allarme. Sul posto sono intervenuti i carabinieri e attualmente sono in corso gli esami dei Ris per individuare eventuali tracce utili per le indagini.

«Sono molto amareggiato per quello che è successo - ha detto a caldo il sindaco, Martino Salis -. Non sono ancora entrato all'interno degli uffici e non conosco l'entità del danno, ma a prescindere da questo, quando si entra in comune si entra nella casa di tutta la comunità. Quello che è successo stanotte è quindi un fatto gravissimo».

Raid vandalico negli uffici comunali di Oliena  

Non escludono nessuna pista i carabinieri del Nucleo operativo della Compagnia di Nuoro, guidati dal maggiore Alessio Falzone, che indagano sui danneggiamenti. Difficili le indagini: l'edificio non è dotato di impianto di video sorveglianza. Diverse comunque le ipotesi: potrebbe trattarsi di un raid effettuato da vandali oppure una azione mirata di qualcuno alla ricerca di documenti, e forse per la rabbia di non averli trovati ha messo a soqquadro gli uffici.

I militari stanno procedendo ai rilievi alla ricerca di tracce utili per individuare i responsabili. Secondo una prima ricostruzione l'azione è stata effettuata fra le tre e le quattro, presa di mira anche la sala server dove sono stati danneggiati due computer. Quattro le porte interne scardinate e in quasi tutti gli uffici dei tre piani del municipio sono stati scaricati gli estintori, compresa la stanza del sindaco.

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Nuoro Tutti i ristoranti »

Il mio libro

TORNA IL CONCORSO PIU' POPOLARE DEL WEB

Premio letterario ilmioesordio, invia il tuo libro