premio internazionale

Un fisico barbaricino contesta il big Hawking

NUORO. Questa volta, il premio lo ha ottenuto niente meno che per un articolo nel quale apporta una modifica sostanziale alla “Teoria dell’evaporazione dei buchi neri” del grande scienziato inglese...

NUORO. Questa volta, il premio lo ha ottenuto niente meno che per un articolo nel quale apporta una modifica sostanziale alla “Teoria dell’evaporazione dei buchi neri” del grande scienziato inglese Stephen Hawking. Qualche anno fa, invece, era stato premiato per un progetto di ricerca italo-francese che interessava all’osservatorio gravitazionale europeo. Continuano i successi, dunque, per il giovane fisico nuorese, Christian Corda, da anni ricercatore universitario in Toscana, e attualmente presidente dell’istituto di fisica matematica “Einstein-Galilei” di Prato.

Corda ha vinto lo scorso 15 maggio, per la seconda volta (la prima fu nel 2009) il prestigioso premio scientifico internazionale di menzione Onorevole della “gravity research foundation Essay competition”, che risulta essere la massima competizione scientifica annuale nei rami di ricerca di gravitazione e cosmologia. Il premio allo studioso nuorese è stato assegnato per l'articolo di ricerca dal titolo “Effective temperature, Hawking radiation and quasi-normal modes", nel quale Corda ha apportato una sostanziale modifica ala famosa"Teoria dell'evaporazione dei buchi neri" del celeberrimo scienziato inglese Stephen Hawking. Nel 2009 Corda aveva invece vinto lo stesso premio per aver dimostrato che la rivelazione interferometrica delle onde gravitazionali sarà il test definitivo della celeberrima teoria della relatività generale

di Albert Einstein.

Il giovane ricercatore è figlio di due ex sindaci di Nuoro: Martino Corda e Simonetta Murru, e fratello di Ninni, stimato allenatore di calcio. Una famiglia molto conosciuta, dunque, nel capoluogo barbaricino e non solo.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Nuoro Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NOVITA' PER GLI SCRITTORI

Stampare un libro ecco come risparmiare