Favole musicali a Serrenti: al teatro comunale si danza con "Baba Yaga"

La grande leggenda russa rivive nel lavoro ideato da Senio Dattena con le coreografie di Cristina Locci. Due spettacoli nella giornata di domani sabato 22 aprile 2017

SERRENTI. Domani (sabato 22 aprile 2017) è in programma a Serrenti lo spettacolo di danza “Baba Yaga”. Dopo l’esordio con lo spettacolo musicale Babar, il primo Festival delle Favole Musicali approda alla danza. Alle 11 per le scuole e alle 17 per tutto il pubblico, al Teatro comunale di Serrenti andrà in scena “Baba Yaga”, con la regia di Senio  Dattena e le coreografie di Cristina Locci.

La trama. Lo spettacolo è un riadattamento della nota leggenda russa, fonte d’ispirazione di numerosi racconti della letteratura slava del XIX secolo, dove Baba Yaga appare ora come figura cattiva, a volte come fonte di consiglio. 

Il carisma e le abilità tecniche delle danzatrici, vestite con costumi bellissimi e curati in ogni dettaglio, regalano momenti di romanticismo, i canti dolcezza ma anche divertimento, curiosità e suspence, sullo sfondo di luci rassicuranti, ombre minacciose in cui regna sempre materno e maestoso il vero protagonista della storia: l’Inverno.

Gli interpreti sono Matteo Corso, Senio Dattena, Cristina Locci, Sara Manca, Luana Maoddi. Ideazione, regia e costumi di Senio Dattena. La realizzazione costumi: Stefania Dessì in collaborazione con Uwe Endler e gli allievi dell’istituto Professionale per i Servizi Sociali Sandro Pertini di Cagliari

L’obiettivo della rassegna è favorire l’avvicinamento alla danza, alla musica e al teatro

attraverso il canale delle favole musicali, da sempre una grande attrazione per grandi e bambini, perché fanno parte del vissuto, della storia di ognuno e accomunano indistintamente, giovani, meno giovani. La rassegna è promossa dall'Associazione Incontri Musicali.

 

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Cagliari Tutti i ristoranti »

Il mio libro

TORNA IL CONCORSO PIU' POPOLARE DEL WEB

Premio letterario ilmioesordio, invia il tuo libro